Bollino delle polveri sottili obbligatorio in Germania!

Nelle 55 zone ambientali sono previste sanzioni superiori a 100 €!

Zone ambientali in Germania: arriveranno anche delle zone con un divieto di circolazione per i diesel?

Il solo bollino ambientale verde non garantirà più a tutti i veicoli l'accesso alle zone ambientali tedesche!
Il 01/03/2007, in Germania è stato introdotto il bollino ambientale delle polveri sottili. Questo bollino è obbligatorio per tutte le automobili, gli autobus e gli autocarri che vogliono accedere ad una zona ambientale, indipendentemente dal carburante e dalla massa massima consentita. I veicoli leggeri sono esclusi dall'obbligo.

Il bollino ambientale delle polveri sottili (denominato "Feinstaub-Plakette nel testo legislativo) è disponibile in 3 colori in base alla categoria EURO. Il bollino riporta la targa del veicolo ed è munito di un timbro di registrazione che indica l'ufficio che lo ha rilasciato.
Per stabilire quale bollino riceve un tipo di veicolo con le sue emissioni, si utilizza il codice di nomenclatura del tipo di veicolo per i mezzi immatricolati in Germania e l'anno di costruzione e la categoria EURO per quelli immatricolati all'estero. Il tutto è stabilito in una tabella di classificazione.

Tuttavia occorre ricordare che, a partire dal 2018, il bollino ambientale verde non permetterà più di accedere illimitatamente ad ogni città e comune tedesco, in quanto verranno istituite zone con un divieto di circolazione per i diesel, o zone ambientali blu. Poiché queste zone non saranno sempre valide, ma varieranno in base alle condizioni meteorologiche, sarà necessario consultare in tempo reale attraverso l'app di Green-Zones la situazione relativa alle restrizioni al traffico previste per il bollino ambientale verde o per il bollino blu.

Dal 01/01/2008, il bollino ambientale è obbligatorio per le automobili, gli autocarri e gli autobus che desiderano transitare nelle zone ambientali tedesche. In questa sezione troverete una panoramica dei veicoli e delle categorie EURO che possono richiedere il bollino tedesco e altre informazioni utili relative all'accesso alle zone ambientali in Germania ...
Le prime zone ambientali tedesche sono state istituite il 01/03/2007 con lo scopo di ridurre la concentrazione di polveri sottili nelle città e nei comuni tedeschi. A partire dal 2018, a causa delle emissioni crescenti di ossidi di azoto, verranno istituite ulteriori zone permanenti e temporanee dove non potranno circolare i veicoli diesel ...
Nella sezione "Informazioni aggiuntive e domande sull'acquisto" troverete utili informazioni relative all'acquisto del bollino ambientale tedesco, alle modalità di pagamento, ai tempi di consegna e alla validità del bollino stesso così come le indicazioni per apporlo al mezzo. Inoltre è presente anche una sezione per il download delle immagini ...
© OpenStreetMap-Mitwirkende & Green-Zones GmbH
Spesso acquistare un bollino ambientale per circolare in Europa non basta. In molti casi occorre sapere esattamente quale classe del rispettivo bollino è ammessa oppure in quale tipo di zona ambientale si può accedere in un determinato momento. Maggiori dettagli relativi al servizio d'informazione in tempo reale di Green-Zones sono consultabili qui ...

Zone ambientali e divieti di circolazione per i diesel in Germania

Per la navigazione interattiva fare clic nella carta

L'obiettivo delle 55 zone ambientali finora istituite in Germania consiste nella tutela degli abitanti di città e comuni dalla concentrazione di polveri sottili di diverse dimensioni.
Attualmente il bollino verde è quasi l'unico ad essere ammesso, pertanto possono accedere ad una zona ambientale solo i veicoli di categoria EURO 4 o superiori. Proprio per questo motivo, le zone ambientali tedesche vengono anche chiamate zone ambientali verdi.

Tuttavia si prevede che verrà introdotto anche un bollino obbligatorio per gli ossidi di azoto (NOx), in quanto i valori di questi ultimi, causati principalmente dai veicoli diesel, aumentano costantemente, superando così i limiti imposti dall'UE. Questo potrebbe comportare la futura introduzione di zone ambientali blu e del rispettivo bollino blu.
In alternativa, le città possono altresì emettere singoli divieti di circolazione, ad esempio, solo nei confronti di determinate categorie EURO di veicoli diesel.

I divieti di circolazione per i veicoli diesel che le varie città tedesche vogliono introdurre a partire dal 2018 interessano delle zone ancora da definire nelle quali non potranno più circolare veicoli diesel (cosiddette zone ambientali blu). L'accesso a queste zone sarà vietato in modo permanente o temporaneo a determinati veicoli diesel proprio a causa delle loro elevate emissioni di NOx.

Per il traffico commerciale e turistico europeo (privato o organizzato) è importante avere una panoramica delle zone ambientali verdi permanenti e di quelle temporanee, dipendenti dalle condizioni meteorologiche, dove vige un divieto di circolazione per i diesel. Inoltre occorre sapere in quali giorni è possibile accedere alle varie zone ambientali e con quali bollini e tipi di motore. Per tutto questo, c'è l'app di Green-Zones.

L'introduzione delle zone ambientali e dei bollini ambientali obbligatori in Germania solleva molti dubbi per il traffico commerciale e turistico europeo. Nella sezione FAQ sono riportate in sintesi le risposte alle domande più frequenti. ...
Le polveri sottili e le altre sostanze inquinanti, provenienti soprattutto dai veicoli diesel, sono la causa principale dell'introduzione delle zone ambientali e del bollino ambientale in Germania. Maggiori informazioni relative alle polveri sottili e alle altre sostanze inquinanti, e alle loro dirette ripercussioni sulla salute sono consultabili in questa sezione ...
In questa sezione è disponibile una panoramica dei diversi bollini previsti dalle diverse autorità nazionali in Europa: bollini ambientali, bollini per le polveri sottili, per gli ossidi di azoto, per i veicoli elettrici e per le emissioni di CO2. Sul nostro portale è inoltre possibile effettuarne l'acquisto ...
Green Zones attraverso circa 40 siti web disponibili in più di 20 lingue offre la possibilità di informarsi riguardo a tematiche quali polveri sottili, ossido d’azoto, ambiente e CO2 e il conseguente aumento delle restrizione della circolazione all’interno dei paesi europei con l’istituzione di zone a traffico limitato ...